Dopo la Befana torna la serie A: lo stato di forma delle big

Giorno della Befana di allenamenti intensi per le venti squadre di serie A che tra sabato e domenica tornano in campo per la ripresa del campionato (su rojadirecta). Come sempre, la lunga sosta invernale rischia seriamente di rimescolare le carte e presentare squadre con stati di forma diversi da quelli lasciati a fine dicembre.

Rischia di risentirne più di tutti il Napoli, che da questa sosta invernale ha solo da perdere: prima delle feste natalizie, Hamsik e compagni sembravano la squadra più in salute, e infatti erano riusciti a recuperare parecchie posizioni arrivando finalmente in zona Champions anche attraverso un gioco spumeggiante.

La Juventus invece avrà avuto modo di recuperare molti giocatori acciaccati, Dybala in primis. L’argentino era apparso giù di condizione dopo il rientro dall’infortunio, al punto che il suo impiego a volte era sembrato costare qualcosa alla squadra, come in occasione della finale di Supercoppa Italiana persa contro il Milan dove l’ex Palermo aveva fallito un gol facile e un rigore nella lotteria finale.

Bene la sosta anche per il Milan, che nonostante il successo in Supercoppa aveva bisogno di tirare un po’ il fiato. Uomini chiave come Bonaventura e Suso avevano sicuramente bisogno di rifiatare un po’. In più, giocatori rientrati dall’infortunio come Bertolacci e Antonelli avranno sicuramente avuto modo di recuperare la condizione. Stesso discorso per Niang, che nella seconda parte del campionato si era un po’ perso. Ragionamento a parte per Locatelli, che certamente non è abituato ai ritmi di impiego di Montella, e che avrà approfittato della sosta per mettere un po’ di benzina nelle gambe.

Può perdere qualcosa l’Inter, che era al massimo nell’ultimo periodo e che non aveva bisogno di fermarsi. Bene per la Lazio che stava accusando un po’ la fatica. La Roma invece sembrava in forma e la partenza di Salah certo non sarà di aiuto.

Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.